• 19 FEB 21
    • 0
    Corsa: una scarsa salute dentale può influire sulle tue prestazioni

    Corsa: una scarsa salute dentale può influire sulle tue prestazioni

    Un’indagine scientifica ha dimostrato che i corridori sono più soggetti a seri problemi dentali rispetto al resto della popolazione, ecco come (ri)correre ai ripari.

    In tempi di Covid-19 le attività sportive che si possono praticare si sono ridotte drasticamente: il calcetto, amato da tanti italiani, così come tutti gli sport di contatto sono sospesi da circa un anno, così come tutte le attività in palestra o quelle volte in luoghi chiusi.

    Ecco dunque che l’attività podistica all’aperto, la famosa “corsetta” che ci ha tenuto in forma durante i periodi lockdown, ha preso sempre più piede tra la persone: le quali si sono armate di tutto l’armamentario per poter affrontare al meglio le giornate fredde e umide dell’inverno e migliorare le proprie prestazioni sulle distanze medio-lunghe.

    Sapevate però che anche la salute orale incide drasticamente sulle performance sportive?

    Uno studio su circa 300 atleti delle Olimpiadi del 2012 a Londra ha riscontrato una “scarsa salute orale” tra la maggior parte di essi: questo comprendete alti gradi di perdita di denti spesso in concomitanza di malattie gengivali ed erosione dello smalto dentale.

    Lo studio pubblicato dal British Journal of Sports Medicine, suggeriva che carie, erosione dentale e malattie gengivali fossero molto comuni tra i corridori di alto livello: un dato particolarmente preoccupante se consideriamo che i risultati sportivi di circa un quinto di questi atleti avevano subito un calo a causa dei problemi dentali.

    Quali sono le cause?

    Per ricercare le origini di questi problemi innanzitutto dobbiamo analizzare a fondo la dieta degli atleti.

    Come sabbiamo, la scelta della dieta è di vitale importanza per un corridore: scegliere i giusti alimenti e il corretto apporto di nutrimenti fornisce energia ai muscoli, un rapido recupero e sviluppa l’abilità a rilassarsi. Ci possono però essere problemi importanti con ciò che si consuma.

    Gli zuccheri sono i nemici principali della nostra salute orale: essi reagiscono infatti con i batteri presenti nella nostra bocca tramutandosi in acidi che vanno a corrodere lo smalto dentale il quale, con l’andare del tempo se non si mantiene una costante igiene orale, può rompersi causando quindi alla formazione di carie ed il conseguente rischio di perdita di elementi dentali.

    Sfortunatamente la maggior parte degli energy drinks e gel che vengono utilizzati per alimentare i muscoli in gara e migliorare le performance contengono altissimi livelli di zuccheri che mettono seriamente a rischio la salute dentale dei corridori.

    Questi drinks contengono inoltre acidi fosforici o citrici che hanno terribili effetti sui denti: introdurre nella bocca soluzioni altamente acide per un lungo periodo può causare un’erosione dello smalto dentale. Quando lo strato di smalto viene rimosso la dentina presente al di sotto di esso viene esposta causando ipersensibilità dentale a caldo e freddo che può degenerare poi in un’irritazione e/o infiammazione dei nervi dentali.

    Un’altra causa dei problemi orali riscontrati tra gli atleti è la respirazione: la respirazione affannosa attraverso la bocca riduce la produzione di saliva. La  bocca secca è il terreno più fertile possibile per i batteri che, combinati con gli zuccheri delle bevande energetiche, possono causare il decadimento dentale.

    Infine va sempre considerato lo stress fisico a cui si sottopongono i corridori: esso può influire negativamente anche sul sistema immunitario favorendo l’insorgenza di malattie orali.

    Come intervenire per tempo?

    La prevenzione è sempre la prima arma contro le malattie orali.

    Ecco alcuni consigli per i corridori che vogliono mantenere una perfetta igiene orale:

    1. Rimani idratato: indispensabile in molti aspetti della corsa e un modo semplice ed efficace per proteggere i denti prima, durante e dopo l’allenamento.
    2. Sii paziente: dopo aver mangiato o bevuto qualcosa di acido, lo smalto sui denti viene ammorbidito. Aspetta un’ora dopo aver mangiato o bevuto qualcosa per lavarti i denti per dare ai denti la possibilità di riprendersi.
    3. Cerca di non fare uno spuntino e sorseggiare: difficile se stai correndo una maratona, ma se continui a sorseggiare una bevanda zuccherata per diverse ore,non dai ai denti la possibilità di riprendersi ed li esponi ad un attacco costante. Cerca di consumare cibi zuccherati e acidi e bevande in una sola volta e, se possibile, come parte di un pasto.
    4. Poni dei limiti: consuma bevande e gel sportivi solo quando è strettamente necessario per ridurre al minimo il tempo in cui i tuoi denti sono esposti a zuccheri e acidi dannosi.
    5. Le gomme da masticare senza zucchero aiutano la produzione di saliva che neutralizza gli acidi nella bocca. Masticare chewing gum dopo aver mangiato o bevuto qualcosa è un ottimo modo per aiutarti a prenderti cura dei tuoi denti in movimento.
    6. Sciacqua la bocca con acqua dopo aver consumato cibi e bevande zuccherati per eliminare eventuali residui.
    7. Spazzola  i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro. Se hai denti molto sensibili usa dentifrici specifici e spazzolini a setole morbide
    8. Chiedi al tuo dentista: fagli sapere che sei un corridore e discuti con lui i modi per poter prevenire le carie.

     

    Il nostro corpo è un tutt’uno e prendersi anche cura di parti di esso non direttamente legate all’attività fisica prescelta può migliorare sia i nostri tempi in gara che la nostra vita.

     

    Per maggiori informazioni su questo argomento puoi contattarci ai seguenti indirizzi:

    Mail: info@studiodentisticogambardella.it

    WhatsApp: 329 708 2938

    Telefono: 035 297791

    Leave a reply →