Apparecchi dentali: tutto ciò che c’è da sapere

Negli ultimi anni l’ortodonzia per adulti è stata definitivamente sdoganata e sono sempre più numerosi gli adulti che scelgono di affidarsi a un dentista per risolvere problemi legati alla dentizione. Il trattamento più richiesto è quello degli allineatori trasparenti, ma vi sono anche altre tipologie, di seguito capiremo quali, le differenze, quando vanno utilizzati, il costo e molti altri dettagli.

A cosa serve l’apparecchio dentale?

La salute orale contribuisce a migliorare la salute generale. l trattamenti ortodontici aiutano a garantire il corretto funzionamento dei denti curando disallineamenti, malocclusioni e dolori articolari. 

Un bel sorriso aiuta a migliorare l’immagine di sé e consente di mordere, masticare e parlare più facilmente. I denti disallineati sono più difficili da pulire e possono causare un’usura anormale dello smalto dei denti che può portare a procedure dentistiche estese e costose.

Il trattamento ortodontico è un processo biologico complesso che comporta lo spostamento dei denti in nuove posizioni e che implica cambiamenti nelle ossa mascellari e facciali e nei tessuti molli. 

Un piano ortodontico inizia sempre con un esame approfondito dei denti e della bocca e dallo studio delle radiografie, foto e modelli dei denti. Da questo, il tuo ortodontista può sviluppare un piano di trattamento personalizzato.

Lavorando insieme al tuo ortodontista, il trattamento ortodontico può portare a risultati che migliorano la vita: grazie una migliore funzionalità (mordere, masticare, parlare) ed una migliore estetica. 

Quando è il caso di fissare una visita ortodontica?

Se riconosci uno di questi segni o preoccupazioni nel tuo bambino o in te stesso, potrebbe essere il momento di programmare una consultazione con un ortodontista:

  • Perdita precoce o tardiva dei denti da latte
  • Difficoltà a masticare o mordere
  • Respirazione con la bocca
  • Suzione del pollice o delle dita o altre abitudini orali
  • Denti affollati, fuori posto o otturati
  • Mascelle che si spostano, emettono suoni, sporgono o sono incassate
  • Difficoltà del discorso
  • Mordere la guancia o mordere il palato
  • Denti sporgenti
  • Denti che si incontrano in modo anomalo o non si incontrano affatto
  • Squilibrio o asimmetria facciale (caratteristiche sproporzionate rispetto al resto del viso)
  • Digrignare o serrare i denti
  • Incapacità di chiudere comodamente le labbra

Consigli per un miglior risultato ortodontico

  1. Mantieni gli appuntamenti programmati;
  2. Avvisa il tuo ortodontista dei problemi che possono sorgere tra gli appuntamenti;
  3. Attenzione a cosa mangi e bevi, evita bevande zuccherate;
  4. Utilizza lo spazzolino e filo interdentale come indicato dal tuo ortodontista. 

Vale la pena di raggiungere l’obiettivo che tu e il tuo ortodontista condividete: regalarvi un sorriso sano che durerà tutta la vita.

I modelli degli apparecchi dentali

Gli apparecchi dentali possono essere divisi in due grandi categorie: fissi e mobili.

L’apparecchio fisso è studiato per rimanere attaccato alla dentatura 24 ore su 24. Nei casi più complessi è una scelta obbligata e, in generale, questo è il modello che garantisce migliori risultati a lungo termine. Ci sono diversi tipi di apparecchi fissi: il più conosciuto è il modello edgewise, formato da placchette (o attacchi) incollate ai denti e da un filo metallico che segue l’arcata dentale.

Gli apparecchi mobili sono invece progettati per essere messi o tolti dal paziente a seconda delle situazioni o necessità (mangiare, lavarsi i denti etc). Questo tipo di apparecchi viene utilizzato per correggere difetti della masticazione, per mantenere più a lungo i risultati ottenuti precedentemente dall’apparecchio fisso o per il raddrizzamento dei denti, per correggere alterazioni in corso di crescita nei bambini.

Cosa sono gli apparecchi invisibili?

L’ortodonzia invisibile, come suggerisce il nome, comprende tutti i trattamenti ortodontici più discreti e meno visibili. L’idea alla base di questo tipo di soluzione è quella di offrire un’alternativa più estetica ai tradizionali tutori metallici, in modo che il paziente si senta più a suo agio.

Per questo ultimo motivo l’ortodonzia invisibile è diventata una tra le soluzioni preferite per gli adulti, specialmente per coloro che lavorano in lavori rivolti al pubblico e che non desiderano dover spiegare perché indossano l’apparecchio.

I modelli degli apparecchi invisibili

Esiste un’ampia varietà di soluzioni ortodontiche invisibili. Potrai scegliere l’opzione più adatta alle tue esigenze in base all’età, al grado di complessità del tuo caso e alle tue possibilità economiche.

Anche in questo caso, gli apparecchi dentali invisibili esistenti possono essere suddivisi in due blocchi: apparecchi fissi e apparecchi rimovibili.

Ceramica

Gli apparecchi ortodontici in ceramica funzionano come quelli fissi in metallo, con l’unica differenza che sono prodotti con un materiale che si avvicina al colore dello smalto dei denti, fornendo un’alternativa quasi invisibile all’esterno. Sono prodotti da un materiale ceramico avanzato per una migliore adesione al dente, più resistente e che riduce maggiormente il rischio di rottura.

Esistono fili più discreti e trasparenti che collegano gli attacchi insieme, tuttavia, nella maggior parte dei casi, l’ortodontista utilizza un filo metallico. 

Per quanto riguarda gli elastici che vengono posti intorno alle staffe è importante notare che con il tempo e, a seconda del tipo di cibo mangiato, tendono ad ingiallire.

Come gli apparecchi tradizionali, quelli in ceramica richiedono una serie di visite dall’ortodontista per regolare l’apparecchio.

Linguale

Questo è un altro tipo di apparecchio invisibile fisso, realizzato in metallo, che viene posizionato sulla superficie linguale dei denti (all’interno delle bocca) per un trattamento completamente invisibile. Gli apparecchi linguali funzionano esattamente come gli apparecchi tradizionali, ma la loro posizione strategica li rende impercettibili se non guardando direttamente all’interno della bocca.

Gli apparecchi linguali sono altamente resistenti, offrono ottimi risultati e per questo richiedono controlli regolari affinché l’ortodontista sia in grado di regolarli.

Allineatori invisibili

Gli allineatori invisibili sono apparecchi ortodontici rimovibili costituiti da mascherine trasparenti che si adattano perfettamente ai denti del paziente e che esercitano una pressione per muovere gradualmente i denti fino al raggiungimento del corretto allineamento.

La componente principale delle mascherine è il poliuretano rigido e robusto, un materiale medico di alta qualità, creato con le ultime tecnologie per offrire un’alternativa completamente invisibile. 

Essendo rimovibili, i pazienti possono consumare i pasti con maggiore tranquillità, senza alcun inconveniente o restrizione. Possono anche avere una migliore igiene dentale, lavandosi i denti senza che il dispositivo impedisca loro di accedere a qualsiasi area della bocca.

Come con altri tipi di soluzioni invisibili, ci vorrà del tempo prima che il paziente si adatti alle mascherine, gli allineatori possono rendere difficile la pronuncia di determinate parole durante i primi giorni di trattamento.

Come funzionano gli allineatori dentali?

Gli allineatori sono progettati per far eseguire ai denti piccoli movimenti gradualmente, esercitando una leggera pressione sui denti. 

Gli allineatori come altri tipi di apparecchi ortodontici, funzionano spostando gradualmente i denti nella posizione ideale, rendendo i denti dritti: tutto ciò lo si ottiene indossando una serie di allineatori.

Ogni allineatore andrà indossato per circa 2 settimane alla volta per almeno 22 ore al giorno in modo da ottenere uno spostamento dei denti fino a 0,3 mm per allineatore.

Ogni allineatore esercita una forza molto delicata senza sanguinamento e dolore gengivale, la possibilità poi di togliere gli allineatori per mangiare e bere consente una maggiore pulizia e igiene della bocca durante il trattamento. 

All’inizio della terapia, l’ortodontista esaminerà la tua bocca e grazie anche all’utilizzo di uno scanner intraorale 3D e ad un programma di simulazione digitale potrà calcolare e mostrarti le fasi di raddrizzamento dei denti. 

Quale è il costo degli allineatori dentali? Quanto tempo dura una terapia ortodontica?

Il costo degli allineatori sarà stabilito dalla quantità di allineatori necessari a terminare il piano terapeutico.

I casi più semplici possono richiedere pochi mesi per essere ultimati mentre quelli più complessi richiedono fino a 2 o più anni. 

Fino a che età posso mettere l’apparecchio ai denti?

Credi di essere troppo grande per un sorriso smagliante? Niente di più sbagliato: non c’è nessun limite di età per iniziare una cura ortodontica.

Sono sempre più numerosi gli adulti che scelgono di affidarsi a un dentista per risolvere problemi legati alla dentizione, ricorrendo a specifici trattamenti. Non a caso si parla proprio di «ortodonzia da adulti» quando gli interventi del dentista avvengono su persone in cui la dentizione permanente e la crescita cranio-facciale sono ormai complete.Nonostante nell’adulto sia possibile intervenire solo sui movimenti dentali, infatti, si possono raggiungere ugualmente dei buoni risultati.

Per maggiori informazioni puoi contattarci ai seguenti indirizzi:

Mail: info@studiodentisticogambardella.it

WhatsApp: 329 708 2938 - Telefono: 035 297791

Articolo correlato

Ti potrebbe interessare
anche questo articolo

Come curare i “denti gialli”

Come “curo” i denti gialli? La domanda che più spesso ci si pone riguardo al proprio sorriso è “perché i miei denti non sono bianchi?”. A questa domanda risponde la […]

Leggi tutto

QUESTIONARIO

Scopri se siamo lo studio che fa per te!

Rispondi a queste domande e scopri se siamo il tuo Studio Dentistico ideale: indica quanto sono importanti per te le seguenti caratteristiche: vota da 1 (poco) a 5 (molto)

CLICCA QUI