• 04 GIU 19
    • 0
    Il the macchia i denti?

    Il the macchia i denti?

    Ecco le sostanze che macchiano maggiormente i denti e i possibili rimedi per riportare il sorriso al proprio colore originario.

    Mettiamo subito le cose in chiaro: le macchie sui denti non sono una malattia. Esse rappresentano però un fastidioso inestetismo che può provocare stress psicologico e disagio.

    Generalmente, le macchie dentali sono dei segni molto difficili da rimuovere e possono essere causate da diversi fattori: alcune delle cause più comuni sono il fumo e gli alimenti ingeriti, come ad esempio il the nero.

    Il the è infatti e uno dei maggiori responsabili delle macchie esterne dei denti. Tali discromie si devono soprattutto al suo alto contenuto di tannini, composti polifenolici di colore marroncino. Tali sostanze hanno la capacità di legarsi tenacemente alle proteine, comprese quelle presenti nel cavo orale, ad esempio nello smalto dei denti, nella saliva e nella placca batterica.

    Tutti gli alimenti ricchi di tannini tendono a macchiare i denti, gli alimenti da tenere sott’occhio sono ad esempio: vino rosso, molte piante medicinali e caffè. Quest’ultimo contiene molti meno tannini rispetto al the, ma tende comunque a macchiare i denti perché ricco di pigmenti scuri che vengono trattenuti dalla placca, dal tartaro e dalle porosità dello smalto dentale.

    Anche il fumo macchia i denti: nicotina e il catrame sono i due maggiori responsabili delle macchie da tabacco nei denti.

    La nicotina, pur essendo di per sé incolore, assume tonalità giallognole quando si lega all’ossigeno atmosferico. Il catrame è invece scuro, tendente al nero.

    Nei fumatori le macchie dentali dipendono soprattutto dalle quantità di placca e tartaro presenti, a cui si legano le molecole pigmentati del tabacco.

    I rimedi:

    Oltre alla prevenzione data da una corretta igiene orale e l’eliminazione o controllo di alcune sostanze dalla nostra dieta/vita (il fumo su tutte),   il rimedio numero 1 alle macchie dentali è la comune igiene completa da fare almeno due volte all’anno dal proprio dentista.

    In aggiunta a questa ci si può sottoporre ad un trattamento di sbiancamento dentale. Attraverso l’applicazione di un gel sbiancante e l’azione di una lampada ad hoc, è possibile ripristinare il proprio colore naturale dei denti, questi sono trattamenti eseguiti da un professionista e bisogna stare molto attenti ad affidarsi a metodi “fai da te” dai dubbi risultati.

    Un’ultima alternativa sono le faccette dentali, anche chiamate faccette estetiche. Si tratta di involucri in porcellana che vengono posti sulla superficie esterna dei propri denti. Sono chiamate faccette estetiche perché consentono di migliorare l’aspetto estetico della bocca. Infatti, non solo permettono di mascherare il colore dei denti, ma anche la loro forma o posizione.

    Se desiderate chiarimenti sul tema trattato potete contattarci via email all’indirizzo info@studiodentisticogambardella.it o allo 035 297791 negli orari di apertura dello Studio.

    Leave a reply →