• 30 GIU 20
    • 0
    Ecco perché gli studi dentistici sono sicuri anche oggi

    Ecco perché gli studi dentistici sono sicuri anche oggi

    Gli studi dentistici professionali sono posti sicuri dove i virus sono sempre stati affrontanti e dai quali ci siamo sempre difesi egregiamente.

    Gli studi dentistici e i professionisti che ci lavorano hanno da sempre affrontato i rischi connessi alla propria attività convivendo con virus e batteri: dall’HIV al HBSG a diversi tipi di infezioni di tipo batterico (es legionella e altre forme aree).

    Ciò nonostante l’attuale pandemia, seppur in un momento di regressione, continua a far parlare e a far paura ed il timore di poter contrarre il virus in uno studio dentistico potrebbe inibire coloro che necessitano di cure odontoiatriche (in alcuni casi anche urgenti).

    Dobbiamo capire una cosa: gli studi dentistici sono degli studi MEDICI, ed in quanto tali hanno sempre rispettato e continuano a rispettare standard di igiene e pulizia di alto livello, protocolli per la pulizia e igienizzazione dei locali e dei materiali documentati regolarmente e dispositivi di protezione personale per dipendenti e pazienti.

    Tali buone pratiche di pulizia e igiene, utilizzate nel periodo pre-coronavirus, continuano ad essere utilizzate e hanno dimostrato di essere molto efficaci contro il virus, tra queste elenchiamo:

    • Pulizia di tutte le superfici con soluzione idroalcolica al 70% e dei pavimenti con candeggina allo 0,1%;
    • sterilizzazione e sostituzione di tutti gli strumenti e manipoli utilizzati per ogni paziente;
    • copertura con film protettivi di tutte le superfici presenti in sala;
    • flushing preventivo degli strumenti per evitare reflussi;
    • utilizzo di DPI (mascherine e guanti) per tutti gli operatori presenti in sala.

    Questa situazione non significa  prendere alla leggera  la situazione attuale: la propagazione del coronavirus Sars-Cov2 ha avuto senz’altro caratteristiche eccezionali ed il virus è stato molto virulento negli ultimi mesi. La diffusione attraverso droplets di saliva e aerosol salivari nonché la permanenza del virus per lunghi periodi su alcune superfici (sebbene mai dimostrata in modo definitivo ) ci hanno portato ad implementare e approfondire le buone pratiche di cui abbiamo parlato in precedenza:

    • più rigidi protocolli di ingresso ed accettazione del paziente (ne abbiamo parlato approfonditamente in un nostro pretendete articolo);
    • tempi più lunghi tra un paziente e l’altro per garantire il ricambio d’aria delle sale;
    • una ancora più approfondita igenizzazione e detersione delle superfici e degli spazi dopo ogni prestazione;
    • l’utilizzo di un collutorio specifico da parte dei pazienti prima dei trattamenti per ridurre l’eventuale carica batterica presente in bocca;
    • utilizzo di DPI ancora più performanti (mascherine FFP2, visiere e camici monouso).

    Quello che gli studi dentistici come il nostro stanno portando avanti ora non è una “riapertura”, bensì una ripartenza. Durante l’apice della pandemia abbiamo continuato a portare avanti le nostre attività con procedure non differibili (come richiestoci dal ministero della salute al fine di  ridurre il movimento sul territorio dei pazienti) e anche in quel periodo abbiamo lavorato seguendo i parametri della buona pratica clinica, sicuri delle protezioni e delle procedure di igiene che abbiamo sempre utilizzato.

    La sicurezza che forniamo a voi è anche la nostra sicurezza.

    Ricordate infine che a bocca è la via di accesso del virus e che una bocca sana è la prima e miglior difesa nei confronti dell’infezione, prestate dunque attenzione anche alle periodiche visite di controllo e igiene orale.

     

     

     

    Per maggiori informazioni su questo argomento puoi contattarci ai seguenti indirizzi:

    Mail: info@studiodentisticogambardella.it

    WhatsApp: 329 708 2938

    Telefono: 035 297791

    Leave a reply →