A COSA SERVE LA SEDUTA D’IGIENE ORALE?

La seduta d’igiene orale professionale non è più semplicemente una “pulizia dentale” ma una vera e propria prestazione odontoiatrica eseguita da un professionista sanitario: l’Igienista dentale. In questo articolo scritto dalla nostra igienista dentale Dott.ssa Deborah Daminelli scopriamo l’importanza di intraprendere un percorso di prevenzione dentale.

A differenza di quanto avveniva in passato la seduta d’igiene orale professionale non è più da considerarsi semplicemente come “detartrasi”, ovvero la semplice operazione di rimozione del tartaro dai denti, oggi la seduta di igiene è un’attività altamente specializzata che riveste un ruolo nella prevenzione alle malattie del cavo orale.

La figura dell’igienista dentale

L’igienista dentale, un professionista sanitario dotato di laurea triennale specifica ed iscritto all’Albo degli igienisti dentali, è in grado di intercettare le possibili lesioni presenti sia a livello dei denti che delle mucose/gengive ed evitare così l’insorgere o la recrudescenza di tali lesioni.

Oltre al compito iniziale di rimuovere il fattore scatenante delle patologie, ovvero placca batterica e tartaro (placca batterica mineralizzata), il ruolo dell’igienista dentale è anche quello di spiegare e mostrare al paziente come utilizzare nella maniera corretta lo spazzolino elettrico/manuale e filo interdentale/scovolino e di motivare il paziente ad intraprendere le giuste abitudini per il mantenimento della salute orale 

I rischi di non effettuare una seduta di igiene orale periodica

Nel caso in cui non ci si sottoponga periodicamente alle sedute di igiene orale, si può incorrere in una maggior possibilità di riscontrare nel cavo orale:

  1. Carie: processo patologico in cui la placca batterica non rimossa con l’utilizzo dello spazzolino e del filo rimane sul dente, inizialmente demineralizzandolo e, successivamente, formando una cavità su di esso. Se non intercettata precocemente, questa patologia può portare alla necrosi del dente;
  2. Lesioni a livello delle mucose (lichen, ipercheratosi, lesioni precancerose);
  3. Patologie a carico del parodonto, l’apparato di sostegno del dente: gengivite e parodontite. La prima è una patologia infiammatoria a carico delle gengive causata dalla placca batterica. Si manifesta con sanguinamento durante lo spazzolamento e non comporta la perdita dell’osso di supporto del dente. Quando la placca non viene rimossa la gengivite può sfociare in parodontite, la quale comporta anche la perdita dell’osso di supporto del dente. Le dirette conseguenze di questa patologia possono essere inizialmente la mobilità dei denti e, successivamente, la loro perdita.

Ogni quanto tempo devo effettuare una seduta si igiene dentale?

Sebbene le tempistiche possano variare da persona a persona, è fortemente consigliato sottoporsi a una seduta di igiene orale professionale ogni sei mesi.

In alcuni casi particolari, come nella presenza forte sanguinamento, problemi paradontali o trattamenti ortodontici in corso, potrebbe essere richiesta una seduta di igiene supplementare o una seduta di igiene ogni 3/4 mesi al fine di mantenere sano il cavo orale.

Come si svolge una seduta di igiene?

Una corretta seduta di igiene orale dovrebbe prevedere i seguenti passi:

1. Visita: Prima che inizi il processo di pulizia vero e proprio, l’igienista procede ad ispezionare l’intera bocca.

L’igienista dentale, attraverso l’utilizzo di strumenti non invasivi come ad esempio  un piccolo specchietto,  procede a controllare i tessuti molli intorno a denti, le gengive  le labbra nella ricerca di eventuali segni di gengivite (gengive infiammate) o altri potenziali problemi.

Se rilevano problemi importanti, l’igienista dentale potrebbe chiamare il dentista per assicurarsi che sia corretto procedere.

2. Rimozione di placca e tartaro: l’igienista dentale utilizzando uno scaler e/o strumenti ad ultrasuoni, procede ad eliminare la placca e il tartaro attorno al bordo gengivale e tra i denti.

Più tartaro c’è nella tua bocca, più ci sarà bisogno di tempo di raschiare un punto particolare.

Spazzolare e usare il filo interdentale impedisce alla placca di accumularsi e di trasformarsi in tartaro che può essere rimosso solo da strumenti presenti nello studio del tuo dentista. 

3. Filo interdentale: indipendentemente dal fatto che usi il filo interdentale regolarmente a o meno, niente è meglio di una sessione di filo interdentale esequio da una mano esperta, l’utilizzo di un filo interdentale professionale anche a casa consente di rimuove anche la placca o il dentifricio rimasti dalle prime fasi del processo di pulizia.

4. Risciacquo e Applicazione del trattamento al fluoro: dopo aver risciacquato la bocca per eliminare eventuali detriti, si passa all’ultima fase del processo di pulizia, ovvero il trattamento al fluoro. Questo trattamento viene utilizzato come protezione dei denti per aiutare a combattere la carie per diversi mesi.

Il tuo igienista dentale potrebbe chiederti quale sapore ti piace di più. Metteranno quindi il gel schiumoso (o talvolta una pasta adesiva) in un bocchino che si adatta ai tuoi denti. Di solito viene lasciato sui denti per un minuto. 

Altri potenziali passaggi

La procedura di “smacchiatura” consente di eliminare efficacemente i pigmenti e il colore giallo dai denti attraverso un flusso controllato di aria, acqua e soda, soffiato tramite un miscelatore, chiamato “air flow”.


Se dopo una seduta di igiene voleste rendere i vostri denti ancora più bianchi, la soluzione potrebbe essere quella di sottoporvi ad una seduta supplementare di sbiancamento professionale, chiedete al vostro igienista di fiducia maggiori informazioni in merito a questo trattamento e state lontani dai rimedi “fai-da-te” che potrebbero portare più danni che vantaggi.

Per i bambini, un dentista può raccomandare sigillanti molari per aiutare a prevenire la carie nelle aree difficili da spazzolare.

Indipendentemente dal fatto che tu abbia bisogno di ulteriori passaggi o meno, la chiave è continuare a tornare dal dentista per la pulizia regolare dei denti per prevenire del tutto i problemi. Comprendendo in anticipo cosa sta succedendo, ti sentirai più a tuo agio e forse non vedrai l’ora di questi appuntamenti.

La seduta di igiene dentale è dolorosa?

Le persone che si chiedono se la pulizia dei denti professionale sia dolorosa dovrebbero sapere che si tratta di un processo che di per sé non provoca dolore, ma può produrre un leggero disagio in alcuni pazienti, specialmente quelli che non si sottopongono a pulizie regolari.

Nonostante questo leggero disagio, consigliamo vivamente il processo i vantaggi della pulizia dentale: non solo aiuta a prevenire la stragrande maggioranza delle malattie orali come gengiviti e carie, ma aiuta anche a rimuovere le macchie antiestetiche dal tartaro e dalla placca e prevenire i problemi che possono portare alla perdita dei denti.

Se volete avere maggiori informazioni riguardo ai trattamenti presenti nel presente articolo vi invitiamo a cliccare al seguente link: PREVENZIONE e PEDODONZIA

Per maggiori informazioni puoi contattarci ai seguenti indirizzi:

Mail: info@studiodentisticogambardella.it

WhatsApp: 329 708 2938 - Telefono: 035 297791

Articolo correlato

Ti potrebbe interessare
anche questo articolo

Lo sbiancamento dentale: sfatare miti e fake news

Lo sbiancamento dentale è uno dei trattamenti estetici dentali più richiesti negli ultimi anni ed è comprensibile: tutti desiderano un sorriso e denti più bianchi. Ciò nonostante prima di affrontare […]

Leggi tutto

Nuovo Paziente?

Scopri se siamo lo studio che fa per te!

Rispondi a queste domande e scopri se siamo il tuo Studio Dentistico ideale: indica quanto sono importanti per te le seguenti caratteristiche: vota da 1 (poco) a 5 (molto)

CLICCA QUI